Mikroplastik stoppen - Meerestiere retten! - washo.ch

Stop alle microplastiche - salvate gli animali marini!

Questa petizione online ha bisogno del vostro sostegno:

www.mikroplastik-stoppen.ch

La quantità di plastica di nuova produzione è in aumento: attualmente siamo a circa 400 milioni di tonnellate all'anno in tutto il mondo. Logicamente, anche l'inquinamento da plastica degli oceani ha raggiunto una dimensione inimmaginabile: Ogni anno, 9-14 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani di tutto il mondo. Il materiale è così popolare per la sua robustezza e durata. Il rovescio della medaglia: la scienza presume che ogni prodotto di plastica che sia mai finito in natura invece che nel sistema di smaltimento dei rifiuti sia ancora lì!

Si stima che una bottiglia di plastica impieghi 450 anni per decomporsi in mare, e una lenza sintetica addirittura 600 anni. Dove per "disintegrare" si intende solo la riduzione delle dimensioni a micro (< 5 mm) e nanoplastiche (< 0).001 mm). Tuttavia, questa è tutt'altro che una soluzione al problema. Al contrario: le microplastiche possono danneggiare e avvelenare i piccoli animali marini perché sono una calamita per gli inquinanti. Se ingerite dagli animali, le microplastiche possono quindi costituire un cocktail tossico.

I rifiuti di plastica sono un peso per tutta la vita marina, grande e piccola: come macro-rifiuti sono una trappola mortale o cibo indigesto per gli animali marini più grandi, ricoprono ecosistemi come le mangrovie e le barriere coralline, e come micro-plastiche colpiscono la base della catena alimentare, il fito- e lo zooplancton, ed entrano in vari organismi attraverso la catena alimentare. Anche a noi. Ad esempio, una persona in Europa consuma circa... 11.000 particelle di microplastica all'anno.

Quello che molti sottovalutano è che anche i Paesi senza sbocco sul mare sono coinvolti nell'inquinamento da plastica degli oceani. La sola Svizzera trasporta ogni anno diverse tonnellate di microplastiche nel Mediterraneo e nel Reno. nel Mare del Nord, perché gli impianti di depurazione locali filtrano molte acque reflue, ma non tutte. Anche se altri Paesi contribuiscono in misura significativamente maggiore all'inquinamento, la Svizzera dovrebbe assumersi la responsabilità delle proprie azioni - per il nostro ambiente locale e per il mare. Per questo motivo l'organizzazione svizzera per la conservazione dell'ambiente marino KYMA sea conservation & research ha lanciato la petizione online www.mikroplastik-stoppen.ch che chiede di regolamentare le varie fonti di microplastiche. La petizione è valida solo per un breve periodo, quindi assicuratevi di aderire e firmare subito!